domenica 25 marzo 2018

LE BOLLETTE SOTTO AL TAPPETO





CARI AMICI OGGI PARLEREMO DEI DEBITI DEL COMUNE DI BASELICE.

QUEI DEBITI CHE AVEVANO NASCOSTO SOTTO AL TAPPETO. E CHE SONO SPUNTATI COME PER INCANTO...

 VI CHIEDERETE PER QUALE MOTIVO?

SEMPLICE, PER CREARE PROBLEMI A CHIUNQUE  DOVESSE ANDARE AD AMMINISTARE IL COMUNE L'ANNO PROSSIMO,IN QUANTO I NUOVI AMMINISTRATORI,  A CAUSA DI  TUTTI QUESTI DEBITI, SCIENTIFICAMENTE TRAMANDATI, SI TROVEREBBERO  A ONORARLI (PAGARLI) E QUINDI A RIDURRE I SERVIZI OFFERTI E AD AUMENTARE LE TASSE.
IL TUTTO A SPESE E DANNO DEI CITTADINI DI BASELICE.

PURTROPPO PER LORO, SONO STATI SMASCHERATI, E POTREBBERO PAGARNE LE CONSEGUENZE. CONSEGUENZE CHE SARANNO SOPRATTUTTO DI TIPO POLITICO-SOCIALE.

PENSATE CHE ANCHE DUE CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA, ENTRAMBI CON UN PASSATO DA VICESINDACO IN QUESTA AMMINISTRAZIONE ( LA FAMOSA ROTAZIONE!!!), SONO STATI CONTRARI ALL'APPROVAZIONE DEL BILANCIO, IN QUANTO NON TENEVA CONTO DEI DEBITI DELL'ENTE.

ADDIRITTURA UN CONSIGLIERE DI MAGGIORANZA SI E' SPINTO NELL'AFFERMARE,PUBBLICAMENTE, CHE IL BILANCIO CHE STAVANO APPROVANDO " ... E' VIZIATO DI FALSO".

IO, CHE SONO PIU' SCHIETTO, VI DICO CHE IL BILANCIO NON E' VIZIATO DI FALSO, E' PROPRIO FALSO, IN QUANTO NON TIENE CONTO DELLA REALE , ED ACCERTATA, SITUAZIONE DEBITORIA DELL'ENTE.

VEDIAMO IN DETTAGLIO COME SONO ANDATE LE COSE.

AD AGOSTO 2013 , AMMINISTRAZIONE CANONICO, A SEGUITO DI UNA RICOGNIZIONE DI CASSA DEL COMUNE DI BASELICE, DECIDEVANO DI SPENDERE 340.000 EURO, SOLDI CHE PURTROPPO ERANO VIRTUALI. LA CAMPAGNA ELETTORALE SI AVVICINAVA E DOVEVANO DIMOSTRARE LELORO DOTI DI BUONI AMMINISTRATORI.

A NOVEMBRE 2013, IL VICESINDACO FERRO, ALLA DOMANDA DELLA MINORANZA DI CONOSCERE LA REALE SITUAZIONE DEBITORIA DELL'ENTE ,DISSE , (IL TUTTO E' PRESENTE AGLI ATTI - DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 38 DEL 30.11.2013) CHE IL COMUNE NON AVEVA DEBITI DA PAGARE NE' FATTURE SOSPESE.

POI CI SONO STATE LE ELEZIONI, A MAGGIO 2014, E VENNERO ELETTI NUOVAMENTE.

LA NUOVA GIUNTA, A DICEMBRE 2014 (D.G. N. 156 DEL 03.12.2014) PRESE ATTO, E QUINDI AMMISE, CHE COME PER INCANTO, ERANO VENUTI FUORI DEBITI PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA PER UN VALORE DI OLTRE 125.000 EURO, PER LA FORNITURA 2010, 2011 E 2012.

PRESERO ANCHE ATTO DI ALTRI DEBITI PER UN VALORE DI CIRCA 50.000 EURO.
COME SE QUALCUNO AVESSE PROVVEDUTO A NASCONDERE LE BOLLETTE SOTTO IL TAPPETO, E POI... " ECCO ....ERANO QUI SOTTO".

QUINDI, LE STESSE PERSONE, CHE AVEVANO AFFERMATO CHE NON C'ERANO DEBITI, CHE AVEVANO SOLDI IN CASSA, CHE ERANO BRAVI AMMINISTRATORI, FURONO COSTRETTE ( LO SAPEVANO??) AD AMMETTERE DI AVER DIMENTICATO DI CONTABILIZZARE 150.000 EURO DI FATTURE NON PAGATE.

QUESTA SITUAZIONE ANOMALA, E' STATA POSTA ALL'ATTENZIONE DELL'AMMINISATRAZIONE, DEI RESPONSABILI DEI SERVIZI, DEI REVISORI DEI CONTI A PARTIRE DAL 2015. 

VOLETE SAPERE LA LORO RISPOSTA : NON E' VERO ,NON CI SONO DEBITI.

EPPURE DAL PROTOCOLLO DEL COMUNE SONO PRESENTI AGLI ATTI TANTI SOLLECITI DI PAGAMENTI, DIVERSE DIFFIDE AD ADEMPIERE, .MA NIENTE . A  LORO DIRE NON NE ERANO A CONOSCENZA.

NEL 2017 IL REVISORE DEI CONTI GLI FECE NOTARE CHE NON STAVANO FACENDO UN BILANCIO CORRETTO. MA NIENTE DA FARE. 

COSA SUCCEDERA' ADESSO. PURTROPPO OGNUNO DI NOI E' RESPONSABILE DELLE PROPRIE AZIONI,E COMPORTAMENTI.

NOI DELLA MINORANZA OLTRE A FARGLI NOTARE IL PROBLEMA AVEVAMO PROPOSTO ANCHE DELLE SOLUZIONI. MA NON SONO SERVITE A NIENTE.

NEL 2015 IL GOVERNO AVEVA DATO LA POSSIBILITA' A TUTTI GLI ENTI DI FARE DEI MUTUI PER RISOLVERE SITUAZIONI DEBITORIE. IL TUTTO SI DOVEVA FARE ENTRO DICEMBRE 2015.
GLIELO ABBIAMO DETTO E RIDETTO. NON E' SERVITO A NIENTE.

QUALCUNO POTREBBE CHIEDERSI : MA PERCHE' NON HANNO ADOTTATO NESSUN PROVVEDIMENTO PER RISOLVERE LA SITUAZIONE?

PER DUE MOTIVI :

1) PERCHE' , DALL'ALTO DELLA LORO PROSOPOPEA, NON POTEVANO AMMETTERE DI AVERE DEBITI IN QUANTO NON POTEVANO FARE TALE FIGURA DI CATTIVI AMMINISTRATORI;

2 ) PERCHE' CHI VERRA' DOPO DI LORO, CHIUNQUE ESSI SIANO, MA SICURAMENTE NON LORO, E LO HANNO CAPITO, NON AVREBBE POTUTO FARE NIENTE DURANTE I PRIMI ANNI DI AMMINISTRAZIONE IN QUANTO LA PRIMA COSA DA FARE SARA' QUELLA DI PAGARE TALI DEBITI.

QUINDI,COME POTETE CAPIRE, LA MINORANZA  HA FATTO DI TUTTO PER FARLI RAVVEDERE, PER CERCARE DI RISOLVERE IL PROBLEMA,; GLI HA OFFERTO ANCHE SOLUZIONI LEGALI E PRATICHE. MA NON C'E' STATO NIENTE DA FARE.

IL NOSTRO OBIETTIVO E' STATO  :

DI CARATTERE SOCIALE :

NON E' GIUSTO LASCIARE DEBITI A CHI ANDRA', PROSSIMAMENTE, AD AMMINISTRARE IL COMUNE, CHIUNQUE ESSO SIA.

DI CARATTERE POLITICO :

COSA POTREBBERO PENSARE I CITTADINI DELL'AZIONE DI UNA MINORANZA SE NON SI E' RESA CONTO DELL'ESISTENZA DEI DEBITI, E SE NON HA FATTO NIENTE PER TROVARE  UNA SOLUZIONE?


NOI ABBIAMO FATTO QUELLO CHE ERA NELLE NOSTRE POSSIBILITA', E QUELLO CHE CI E' CONSENTITO DALLA LEGGE : SOLLEVARE IL PROBLEMA, PROPORRE DELLE SOLUZIONI, E ...INFORMARE CHI DI COMPETENZA.



A PRESTO.

P.S. PER GLI INTERESSATI SONO PRONTO A FORNIRE TUTTI I DOCUMENTI CITATI CHE  TESTIMONIANO LA VERIDICITA' DI QUANTO DETTO.




Nessun commento:

Posta un commento