Pagine

domenica 25 marzo 2018

LE BOLLETTE SOTTO AL TAPPETO





CARI AMICI OGGI PARLEREMO DEI DEBITI DEL COMUNE DI BASELICE.

QUEI DEBITI CHE AVEVANO NASCOSTO SOTTO AL TAPPETO. E CHE SONO SPUNTATI COME PER INCANTO...

 VI CHIEDERETE PER QUALE MOTIVO?

SEMPLICE, PER CREARE PROBLEMI A CHIUNQUE  DOVESSE ANDARE AD AMMINISTARE IL COMUNE L'ANNO PROSSIMO,IN QUANTO I NUOVI AMMINISTRATORI,  A CAUSA DI  TUTTI QUESTI DEBITI, SCIENTIFICAMENTE TRAMANDATI, SI TROVEREBBERO  A ONORARLI (PAGARLI) E QUINDI A RIDURRE I SERVIZI OFFERTI E AD AUMENTARE LE TASSE.
IL TUTTO A SPESE E DANNO DEI CITTADINI DI BASELICE.

PURTROPPO PER LORO, SONO STATI SMASCHERATI, E POTREBBERO PAGARNE LE CONSEGUENZE. CONSEGUENZE CHE SARANNO SOPRATTUTTO DI TIPO POLITICO-SOCIALE.

PENSATE CHE ANCHE DUE CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA, ENTRAMBI CON UN PASSATO DA VICESINDACO IN QUESTA AMMINISTRAZIONE ( LA FAMOSA ROTAZIONE!!!), SONO STATI CONTRARI ALL'APPROVAZIONE DEL BILANCIO, IN QUANTO NON TENEVA CONTO DEI DEBITI DELL'ENTE.

ADDIRITTURA UN CONSIGLIERE DI MAGGIORANZA SI E' SPINTO NELL'AFFERMARE,PUBBLICAMENTE, CHE IL BILANCIO CHE STAVANO APPROVANDO " ... E' VIZIATO DI FALSO".

IO, CHE SONO PIU' SCHIETTO, VI DICO CHE IL BILANCIO NON E' VIZIATO DI FALSO, E' PROPRIO FALSO, IN QUANTO NON TIENE CONTO DELLA REALE , ED ACCERTATA, SITUAZIONE DEBITORIA DELL'ENTE.

VEDIAMO IN DETTAGLIO COME SONO ANDATE LE COSE.

AD AGOSTO 2013 , AMMINISTRAZIONE CANONICO, A SEGUITO DI UNA RICOGNIZIONE DI CASSA DEL COMUNE DI BASELICE, DECIDEVANO DI SPENDERE 340.000 EURO, SOLDI CHE PURTROPPO ERANO VIRTUALI. LA CAMPAGNA ELETTORALE SI AVVICINAVA E DOVEVANO DIMOSTRARE LELORO DOTI DI BUONI AMMINISTRATORI.

A NOVEMBRE 2013, IL VICESINDACO FERRO, ALLA DOMANDA DELLA MINORANZA DI CONOSCERE LA REALE SITUAZIONE DEBITORIA DELL'ENTE ,DISSE , (IL TUTTO E' PRESENTE AGLI ATTI - DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 38 DEL 30.11.2013) CHE IL COMUNE NON AVEVA DEBITI DA PAGARE NE' FATTURE SOSPESE.

POI CI SONO STATE LE ELEZIONI, A MAGGIO 2014, E VENNERO ELETTI NUOVAMENTE.

LA NUOVA GIUNTA, A DICEMBRE 2014 (D.G. N. 156 DEL 03.12.2014) PRESE ATTO, E QUINDI AMMISE, CHE COME PER INCANTO, ERANO VENUTI FUORI DEBITI PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA PER UN VALORE DI OLTRE 125.000 EURO, PER LA FORNITURA 2010, 2011 E 2012.

PRESERO ANCHE ATTO DI ALTRI DEBITI PER UN VALORE DI CIRCA 50.000 EURO.
COME SE QUALCUNO AVESSE PROVVEDUTO A NASCONDERE LE BOLLETTE SOTTO IL TAPPETO, E POI... " ECCO ....ERANO QUI SOTTO".

QUINDI, LE STESSE PERSONE, CHE AVEVANO AFFERMATO CHE NON C'ERANO DEBITI, CHE AVEVANO SOLDI IN CASSA, CHE ERANO BRAVI AMMINISTRATORI, FURONO COSTRETTE ( LO SAPEVANO??) AD AMMETTERE DI AVER DIMENTICATO DI CONTABILIZZARE 150.000 EURO DI FATTURE NON PAGATE.

QUESTA SITUAZIONE ANOMALA, E' STATA POSTA ALL'ATTENZIONE DELL'AMMINISATRAZIONE, DEI RESPONSABILI DEI SERVIZI, DEI REVISORI DEI CONTI A PARTIRE DAL 2015. 

VOLETE SAPERE LA LORO RISPOSTA : NON E' VERO ,NON CI SONO DEBITI.

EPPURE DAL PROTOCOLLO DEL COMUNE SONO PRESENTI AGLI ATTI TANTI SOLLECITI DI PAGAMENTI, DIVERSE DIFFIDE AD ADEMPIERE, .MA NIENTE . A  LORO DIRE NON NE ERANO A CONOSCENZA.

NEL 2017 IL REVISORE DEI CONTI GLI FECE NOTARE CHE NON STAVANO FACENDO UN BILANCIO CORRETTO. MA NIENTE DA FARE. 

COSA SUCCEDERA' ADESSO. PURTROPPO OGNUNO DI NOI E' RESPONSABILE DELLE PROPRIE AZIONI,E COMPORTAMENTI.

NOI DELLA MINORANZA OLTRE A FARGLI NOTARE IL PROBLEMA AVEVAMO PROPOSTO ANCHE DELLE SOLUZIONI. MA NON SONO SERVITE A NIENTE.

NEL 2015 IL GOVERNO AVEVA DATO LA POSSIBILITA' A TUTTI GLI ENTI DI FARE DEI MUTUI PER RISOLVERE SITUAZIONI DEBITORIE. IL TUTTO SI DOVEVA FARE ENTRO DICEMBRE 2015.
GLIELO ABBIAMO DETTO E RIDETTO. NON E' SERVITO A NIENTE.

QUALCUNO POTREBBE CHIEDERSI : MA PERCHE' NON HANNO ADOTTATO NESSUN PROVVEDIMENTO PER RISOLVERE LA SITUAZIONE?

PER DUE MOTIVI :

1) PERCHE' , DALL'ALTO DELLA LORO PROSOPOPEA, NON POTEVANO AMMETTERE DI AVERE DEBITI IN QUANTO NON POTEVANO FARE TALE FIGURA DI CATTIVI AMMINISTRATORI;

2 ) PERCHE' CHI VERRA' DOPO DI LORO, CHIUNQUE ESSI SIANO, MA SICURAMENTE NON LORO, E LO HANNO CAPITO, NON AVREBBE POTUTO FARE NIENTE DURANTE I PRIMI ANNI DI AMMINISTRAZIONE IN QUANTO LA PRIMA COSA DA FARE SARA' QUELLA DI PAGARE TALI DEBITI.

QUINDI,COME POTETE CAPIRE, LA MINORANZA  HA FATTO DI TUTTO PER FARLI RAVVEDERE, PER CERCARE DI RISOLVERE IL PROBLEMA,; GLI HA OFFERTO ANCHE SOLUZIONI LEGALI E PRATICHE. MA NON C'E' STATO NIENTE DA FARE.

IL NOSTRO OBIETTIVO E' STATO  :

DI CARATTERE SOCIALE :

NON E' GIUSTO LASCIARE DEBITI A CHI ANDRA', PROSSIMAMENTE, AD AMMINISTRARE IL COMUNE, CHIUNQUE ESSO SIA.

DI CARATTERE POLITICO :

COSA POTREBBERO PENSARE I CITTADINI DELL'AZIONE DI UNA MINORANZA SE NON SI E' RESA CONTO DELL'ESISTENZA DEI DEBITI, E SE NON HA FATTO NIENTE PER TROVARE  UNA SOLUZIONE?


NOI ABBIAMO FATTO QUELLO CHE ERA NELLE NOSTRE POSSIBILITA', E QUELLO CHE CI E' CONSENTITO DALLA LEGGE : SOLLEVARE IL PROBLEMA, PROPORRE DELLE SOLUZIONI, E ...INFORMARE CHI DI COMPETENZA.



A PRESTO.

P.S. PER GLI INTERESSATI SONO PRONTO A FORNIRE TUTTI I DOCUMENTI CITATI CHE  TESTIMONIANO LA VERIDICITA' DI QUANTO DETTO.




mercoledì 21 marzo 2018

CONSIGLIO COMUNALE


CARI AMICI GUARDATE QUESTO FILMATO .

E' UN INVITO A PARTECIPARE AL CONSIGLIO COMUNALE CHE SI TERRA' VENERDI' 23 MARZO ALLE ORE 19:00 NELLA SALA CONSILIARE DEL COMUNE DI BASELICE.


domenica 11 marzo 2018

EVVIVA LO STIPENDIO





CARI AMICI OGGI PARLEREMO DI STIPENDI.



FACCIAMO UN PO' DI CHIAREZZA.

TUTTI RICORDERETE COSA E' SUCCESSO NEL 2009. DOMENICO CANONICO TRA LE TANTE PROMESSE ASSURDE E NON MANTENUTE FATTE AI BASELICESI DISSE CHE NON AVREBBE PRESO LO STIPENDIO DA SINDACO, IN CASO DI ELEZIONE.

VENNE ELETTO SINDACO E COSA ACCADDE!!

ACCADDE CHE PER CASO INIZIO' A PRENDERE LO STIPENDIO REGOLARMENTE : NON AVEVA CAPITO COME FARE PER NON FARSELO ACCREDITARE.

ACCADDE CHE LA MINORANZA INFORMO' TUTTI I CITTADINI DI QUANTO STAVA AVVENENDO. POI IL FAMOSO COMIZIO DI CANONICO. E TUTTO IL RESTO GIA' NOTO A TUTTI.

NEL 2014 CI FURONO NUOVE ELEZIONI, E CANONICO FU NUOVAMENTE RIELETTO.

IN QUESTA OCCASIONE NON PARLO' MAI ESPLICITAMENTE DI RINUNCIARE ALLO STIPENDIO. INFATTI LO PERCEPISCE MENSILMENTE.
A ONOR DI CRONACA OCCORRE RICORDARE CHE PER LA GIOIA DI AVER VINTO  DI NUOVO LE ELEZIONI DEL 2014 ,  SI FECE LIQUIDARE ANCHE CINQUE MENSILITA'  "VECCHIE" , CIOE' DA GENNAIO A MAGGIO 2014 ( PRIMO MANDATO, QUELLO DI RINUNCIA).

NON SONO MANCATE MAI OCCASIONI SIA DURANTE COMIZI E/O BATTITI, SIA SUGLI ORGANI DI STAMPA, SIA, ADDIRITTURA, DAVANTI AI MAGISTRATI, DOVE CANONICO HA RIBADITO CHE LUI AVEVA PRESO L'IMPEGNO, MANTENUTO, DI RINUNCIARE ALLO STIPENDIO PER LA CONSILIATURA 2009- 2014.

E QUINDI ?

QUINDI E' ACCADUTO CHE PRENDENDO VISIONE DEL PROTOCOLLO COMUNALE, CIOE' LADDOVE VENGONO REGISTRATI TUTTI GLI ATTI DEL COMUNE , IN ENTRATA ED IN USCITA, MI RITROVO A LEGGERE QUESTA RICHIESTA :






ROBA DA NON CREDERE,ROBA DA MATTI DELLA POLITICA.

SCOPRO CHE NEL 2016 DOMENICO CANONICO PENSANDO CHE NESSUNO SE NE POTESSE ACCORGERE, PENSANDO CHE PASSATO IL SANTO PASSATA LA FESTA, PENSANDO ANCORA UNA VOLTA DI INGANNARE I SUOI CITTADINI,CHIEDE AL COMUNE DI BASELICE

" LA LIQUIDAZIONE DELLE INDENNITA' DI FUNZIONE MENSILE NON PERCEPITE NEL PERIODO DELLA PRECEDENTE CONSILIATURA 2009-2014".

CHI A TUTTI I COSTI VORREBBE PROPRIO DIFENDERLO SI PUO' CONSOLARE COL FATTO CHE ALMENO SI E' RICORDATO DI ESSERSI PRESO GIA' UNA DECINA DI STIPENDI TRA IL 2009-2014 ( ...INDENNITA' DI FUNZIONE  MENSILE NON PERCEPITE...CIOE' HA AMMESSO CHE QUALCOSA AVEVA PERCEPITO).


CHI INVECE E' ATTENTO ALLA VITA PUBBLICA, CHI L'HA VOTATO, O HA APPREZZATO LE SUE PROPOSTE, ANCHE NON VOTANDOLO,  DIRA' : CI HA FREGATO PURE QUESTO, NON PUOI CREDERE PIU' A NESSUNO.

SI E ' VERO , C'E' CHI FA  POLITICA  SERVENDOSI SOLO DI PROMESSE. MA QUI NON SI TRATTA SOLO DI PROMESSE NON MANTENUTE. 

LA PROMESSA NON MANTENUTA E' QUANDO UN POLITICO PROMETTE DI FARE UN LAVORO ( che sa di non poter fare), DI SAPERE GIA' COME FARE PER AVERE I FINANZIAMENTI, E MAGARI APPENA ELETTO DICE AI PROPRI CITTADINI :  NON HO POTUTO FARE QUEL LAVORO PROMESSO PERCHE'  IL BANDO NON E' USCITO, PERCHE' ERANO FINITI I SOLDI A DISPOSIZIONE,O ALTE SCUSE.

NELLA NOSTRA SITUAZIONE, DI BASELICE, NON POSSIAMO PARLARE  DI PROMESSA NON MANTENUTA.

SI PUO' PARLARE E SI DEVE PARLARE DI ALTRO E CIOE' DI MANCATO RISPETTO VERSO I CITTADINI , DI MENEFREGHISMO TOTALE VERSO GLI ELETTORI, E DI MANCANZA DEL SENSO DEL PUDORE, POLITICAMENTE PARLANDO E' OVVIO.

PER ORA LE MESILITA'  NON PERCEPITE ANCORA NON GLI VENGONO LIQUIDATE.  ( RESTA IL FATTO CHE HA AVUTO IL CORAGGIO DI FARE LA RICHIESTA ) . 

APPENA LO FARANNO, E SE LO FARANNO, HO I MIEI DUBBI, COMPRERO' UN PENNARELLO E PROVVEDERO' A CANCELLARE IL SUO NOME LADDOVE COMPAIONO LE TARGHE ....OPERA FATTA CON I SOLDI DEGLI STIPENDI DEGLI AMMINISTRATORI.

RESTO SEMPRE PIU' CONVINTO CHE QUESTO SINDACO RESTERA' NELLA STORIA DI BASELICE. E IL BELLO DEVE ANCORA VENIRE, FIDATEVI.

UN SALUTO.
MASSIMO MADDALENA.







venerdì 2 marzo 2018

ILSEGGIOELETTORALE


CARI AMICI, DOMENICA 4 MARZO 2018 SI VOTA.

LA SEDE DEL SEGGIO ELETTORALE , COME TUTTI SAPRETE, E' LA SCUOLA ELEMENTARE.

IN DATA 15 FEBBRAIO 2016, AVEVO FATTO UN POST..PROPRIO SULLA SCUOLA ELEMENTARE.


EBBENE, DOMENICA AVRETE  L'OCCASIONE DI  AMMIRARLA...


RICORDATE QUEI RIFIUTI? ...QUELLI CHE SONO IN FONDO?  ...NELLA FOTO...

QUEI RIFIUTI CHE FURONO PORTATI ALL'ISOLA ECOLOGICA..!!!...



CI ERAVAMO LASCIATI CON UN INTERROGATIVO.
 
E CIOE' :
 
CHI AVREBBE PAGATO LO SMALTIMENTO DI QUEI RIFIUTI, PRODOTTI DURANTE L'ESECUZIONE DI UN LAVORO PUBBLICO.
 
VERREBBE NATURALE DA DIRE :
 
SE SONO RIFUTI PRODOTTI DA UN LAVORO PUBBLICO HA PAGATO L'IMPRESA CHE HA ESEGUITO I LAVORI.  SEMPLICE.
 
PURTROPPO NON E' COSI'.
 
LO SMALTIMENTO DI QUEI RIFIUTI E' STATO PAGATO DAL COMUNE DI BASELICE
QUINDI DAI CITTADINI DI BASELICE.
 
 
ECCO DI SEGUITO LA FATTURA :




DUEMILA EURO DEI CITTADINI DI BASELICE..BUTTATI NELLA MONNEZZA.
 
INFINE , POICHE' TUTTI VI RECHERETE AL SEGGIO ELETTORALE, IN QUANTO VOTARE E' UN DOVERE DI OGNI CITTADINO, VI INVITO AD AMMIRARE LA PITTURAZIONE DELLE PARETI INTERNE.

ECCO UNA PARTE DEI LAVORI PREVISTI  ALL'INTERNO DELLA SCUOLA    :

- OLTRE 700 METRI QUADRATI DI INTONACO;

- OLTRE 700 METRI QUADRATI DI RASATURA E STUCCATURA ;

- OLTRE 700 METRI QUADRATI DI FONDO FISSANTE;

- OLTRE 700 METRI QUADRATI PER TRE MANI DI PITTURA;

CIRCA 20.000 EURO DA PROGETTO.

IN PRATICA  OGNI SINGOLO METRO QUADRO E' STATO INTONACATO, HA SUBITO RASATURA , STUCCATURA E FONDO FISSANTE, E INFINE HA SUBITO TRE       " PASSATE " DI PITTURA.
 
 
NON CI CREDERETE, MA NONOSTANTE DUE VARIANTI AI LAVORI, ( DI CUI E' MEGLIO LASCIAR PERDERE, ROBA DA MANICOMIO ) LE PORTE ED I TERMOSIFONI  SONO STATI " PITTATI" DAGLI OPERAI  DEL COMUNE, E QUINDI  A CARICO DEI CITTADINI.
 
MA COME SONO BRAVI E BUONI AL COMUNE!!!
 
NON PENSO CHE QUESTA DITTA ABBIA MAI TROVATO UN COMUNE COSI' DISPONIBILE !!!!
 
 
 
DOMENICA ,FATE ATTENZIONE ALLE PARETI DELL'ANDRONE DEL PIANO TERRA, SOPRATTUTTO LA PARETE TRA LA SEZIONE 1 E LA SEZIONE  2.
 
 
CHI INDOVINERA' CON QUALE TIPOLOGIA DI PENNELLO HANNO PROVVEDUTO A DIPINGERE LE PARETI VERRA' PREMIATO ( PREMIO SIMBOLICO).
 
INFINE COME CILIEGINA SULLA TORTA VI RICORDO LO STATO IN CUI SI TROVA, NONOSTANTE I LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DELLA SCUOLA, IL LOCALE CALDAIA ( SOTTO I BAGNI ).



BUON FINE SETTIMANA.

MASSIMO MADDALENA.










giovedì 1 marzo 2018

LAVORI PUBBLICI..E...CHI...SE...NE... FREGA...




DISCARICA CONTRADA SERRA 



CARI AMICI , OGGI VI PORTO A CONOSCENZA DELLO STATO IN CUI VERSA LA RECINZIONE DELLA DISCARICA COMUNALE DI CONTRADA SERRA.

TUTTI RICORDERETE CHE GIA' A OTTOBRE 2017 LA SITUAZIONE ERA LA SEGUENTE :





INIZIALMENTE CI AVEVANO FATTO CREDERE CHE IL TUTTO ERA DOVUTO ALLA ROTTURA DELLA CONDUTTURA DI ACQUA POTABILE.



POCHI GIORNI DOPO , PRECISAMENTE IL 21 OTTOBRE 2017 ALL'INTERNO DELLA DISCARICA FURONO  ESEGUITI DEI LAVORI .



AD OGGI NON SONO IN GRADO DI DIRVI SE I LAVORI ,   ( FOTO DI CUI SOPRA ) ERANO AUTORIZZATI O MENO.



OGGI, MARZO  2018, LA SITUAZIONE E' LA SEGUENTE:






NON BISOGNA ESSERE UN INDOVINO PER  CAPIRE CHE BEN PRESTO SALTERA' TUTTA LA RECINZIONE, E CHE A TESTIMONIANZA DI QUEL MURO RESTERANNO SOLO QUESTE FOTO.

RICORDO CHE :

I LAVORI  SONO STATI REALIZZATI NEL 2015 E
COLLAUDATI NEL 2016.
IMPORTO LAVORI PER BONIFICA CIRCA 600.000 EURO.


UN SINDACO CHE GRIDAVA DAL PALCO CHE AVREBBE CONTROLLATO I LAVORI PUBBLICI, CHE I LAVORI SI DOVEVANO FARE A REGOLA D'ARTE..COSA HA FATTO IN TUTTO CIO'? 

A VOI LE CONCLUSIONI.